Marijuana, hashish e cocaina: quattordici le dosi di stupefacenti che nascondeva all’interno degli slip e 450 euro nel portafogli, finiti sotto sequestro perché ritenuti provento dell’attività di spaccio. Francesco Candela, 23enne trapanese, è stato sorpreso la scorsa notte, intorno all’una, nei pressi di Buseto Palizzolo, da una pattuglia della Stazione carabinieri di Balata di Baida, capeggiata direttamente dal comandante Pietro Floreno, che ha sottoposto a controllo la Fiat Punto su cui il giovane viaggiava con altri quattro ragazzi. Il nervosismo degli occupanti dell’auto ha insospettito i militari dell’Arma che, oltre al classico controllo dei documenti, hanno così deciso di procedere anche alla perquisizione veicolare e personale. Visti gli esiti, i carabinieri hanno esteso la perquisizione alle due abitazioni di Candela, quella in cui vive stabilmente con i genitori, nel comune di Trapani e quella di villeggiatura, a Valderice, dove sono stati rinvenuti altri 53 grammi di marijuana ed un bilancino di precisione. A questo punto, considerata la quantità di droga sequestrata, la suddivisione in dosi, il materiale per la pesatura e il confezionamento, il denaro contante e alcuni precedenti di polizia, il 23enne è stato  arrestato con l’accusa di detenzione di sostanze stupefacenti a fini di spaccio. Dopo le operazioni di fotosegnalamento e la compilazione degli atti di rito, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria trapanese, è stato sottoposto ai domiciliari presso l’abitazione dei genitori in attesa del processo.

Share.
SHARE
OR
SCARICA LA NOSTRA APP