“ Costruiamo ponti insieme”. E’ il titolo del progetto Erasmus che vede come scuola capofila la “Nino Navarra” di Alcamo e che coinvolge gli studenti di altri due Paesi: Lodz in Polonia e Braila della Romania. “Costruiamo ponti insieme” ovvero la necessità di creare collegamenti virtuali tra culture differenti, che vede protagonisti i giovani, classe dirigente di domani. “Costruiamo ponti insieme” più che il titolo del progetto è un messaggio all’Europa dove nazionalismi e populismi, in ultimo la Catalogna, stanno distruggendo l’idea di unità tra i popoli abitanti anche da secoli  nelle stesse nazioni. Eppure la nascita degli Stati federati d’Europa, sul modello americano,  ma oggi ancora più in salita, creerebbe un grande Stato europeo molto forte e capace di lavorare meglio per la pace e per fra crescere l’economia e quindi l’occupazione e fronteggiare le aspirazioni di grandi potenze come  Cina e Usa. Dal 18 al 20 ottobre prossimi undici insegnanti polacchi e romeni e sei dell’istituto  “Navarra”, diretto da Enza Vallone, saranno ad Alcamo  per i lavori preparatori, che prevedono anche un incontro istituzionale mercoledì 18 alle ore 18 nella sala consiliare. Al progetto partecipano ad Alcamo tutti i docenti e alunni della classe Quinta primaria del plesso Europa e tutte le Prime della scuola media, che frequentano la Navarra. Il progetto ha una durata biennale e prevede l’espletamento in tre fasi. Gli studenti delle tre nazioni durante l’anno scolastico in corso saranno coinvolti in un processo di conoscenza reciproca, la realizzazione di elaborati artistici-letterari. La visita a marzo in Polonia e da aprile in Romania, giugno in Italia per uno spettacolo finale in ciascuna scuola partner in cui reciteranno, balleranno e canteranno tutti insieme con il coinvolgimento delle loro famiglie. E a tal proposito sabato mattina alla Navarra è in programma un incontro con famiglie romene che abitano ad Alcamo.

Share.
SHARE
OR
SCARICA LA NOSTRA APP