Il Comune di Alcamo impiega più del doppio del tempo per pagare i suoi debiti fuori bilancio. Se da una parte la legge impone alle pubbliche amministrazioni di liquidare tutto entro 120 giorni al municipio, nei primi 10 mesi di quest’anno, mediamente si sono impiegati addirittura 260 giorni. “La tendenza comunque è in netto miglioramento – assicura il segretario generale del Comune, Vito Bonanno – in seguito alla mia direttiva dello scorso 25 novembre del 2016 in cui si adottano misure organizzative che impongono il rispetto dei tempi”. Intanto però i numeri sono impietosi, letti freddamente attraverso il monitoraggio pubblicato dalla stessa segreteria generale del municipio. Dall’1 gennaio al 31 ottobre di quest’anno sono stati trattati 29 procedimenti e di questi soltanto 3 sono stati pagati entro i termini. Nel caso più fortunato il Comune ci ha messo 102 giorni a chiudere tutto, in quello peggiore addirittura 405 giorni, in pratica oltre un anno, una vera enormità. Un po’ meglio va sotto il profilo dei tempi di istruttoria delle proposte di riconoscimento dei debiti fuori bilancio: sui 29 casi sempre nei primi 10 mesi di quest’anno questa volta 10 sono stati portati a termine in tempi congrui ma comunque siamo sempre su numeri abbastanza critici. La direttiva del segretario generale, insediatosi in maniera definitiva nel novembre 2016, impone in 42 giorni i termini di conclusione dell’istruttoria decorrenti dalla data di notifica del titolo esecutivo. “Questo ha fatto sì che dal mio insediamento – si difende Bonanno – si siano accorciati di molto i tempi per liquidare un debito fuori bilancio. Questa stessa direttiva ha permesso non a caso di invertire decisamente la rotta. A partire da questa direttiva sono stati 10 i debiti esaminati e tutti conclusi entro i termini stabiliti. Questo in proiezione ci fa ben sperare in quanto siamo sicuri che con tale tendenza il Comune di Alcamo da oggi in poi sarà in grado di chiudere nei termini il 99 per cento dei casi che si presenteranno di debiti fuori bilancio”. Una cosa è certa: quella dei debiti fuori bilancio resta uno dei tanti temi scottanti al palazzo di città. Filtrano notizie di diverse indagini che la Procura della Corte dei conti sta portando avanti a carico di alcuni dirigenti a capo delle varie direzioni del municipio proprio sul proliferare di casi di debiti fuori bilancio al Comune di Alcamo. Si parla addirittura di danno erariale. Negli anni in consiglio comunale si sono sprecate le polemiche proprio per questi aumenti esponenziali di debiti fuori bilancio con iter che hanno lasciato spesso più di un dubbio sulla formazione e lo sviluppo del debito.

Share.
SHARE
OR
SCARICA LA NOSTRA APP