Con una raccolta differenziata che oramai stabilmente ha superato abbondantemente il 60 per cento, il Comune di Alcamo prova a mettere in campo nuove iniziative per potenziare ancora di più la quota di rifiuto da poter separare e quindi ridurre ancora lo smaltimento in discarica. Nonostante il lusinghiero risultato già accertato nei primi quattro mesi di quest’anno sulla base dei dati pubblicati dall’Ufficio speciale della Regione che vede Alcamo con una media del 63,3 per cento di differenziato e tra i Comuni di medie dimensioni tra i più virtuosi della Sicilia, l’assessorato all’Ambiente sta mettendo la sua ciliegina sulla torta. Saranno distribuiti gratuitamente i sacchetti biodegradabili che sono tassativi per la raccolta del rifiuto umido, vale a dire quella frazione di scarti di cibo come avanzi freddi in genere, frutta e verdura, carne, pesce, ossa, uova, pasta, pane, biscotti, crackers e sfarinati. Ovviamente tali sacchetti non possono essere utilizzati per le altre frazioni di rifiuto. Il cittadino potrà richiedere i sacchetti presso l’Urp, l’ufficio relazioni co il pubblico, di corso VI Aprile e in via Pia Opera Pastore al Settore Ambiente. Altri sacchetti del genere ancora saranno consegnati alle scuole elementari per essere distribuiti all’interno delle V classi, coinvolgendo così gli alunni delle scuole primarie che li porteranno a casa e sensibilizzeranno i propri genitori ad un corretto uso. I sacchetti biodegradabili saranno distribuiti fornendo il proprio codice fiscale con l’obiettivo quindi di compilare un elenco dei cittadini che li ritirano. Sarà fornito un numero sufficiente di sacchetti che garantiranno autonomia sino a fine anno. “La differenziata – afferma l’assessore all’Ambiente del Comune, Roberto Russo (nella foto) – è una delle nostre priorità, finora grazie alla collaborazione di tutti i cittadini siamo riusciti a mantenere alto il livello della raccolta, chiediamo adesso un’ulteriore collaborazione per mantenere sempre più pulita la nostra città, mettendo a disposizione di tutte le famiglie i sacchetti biodegradabili”. Si tratta dunque per il Comune di Alcamo di una vera e propria campagna di sensibilizzazione che avrà come slogan “Noi ti diamo l’opportunità…. Tu differenziala”. Da tempo l’amministrazione comunale sta apportando una serie di correttivi al servizio di raccolta e smaltimento della spazzatura. Dallo scorso febbraio sono stati banditi i sacchi neri, la cui composizione non è accettata più dalle discariche; inoltre è stato modificato il calendario e ridotti i giorni di ritiro dell’indifferenziato porta a porta portandoli da tre a due settimanali: dopo una partenza comprensibile in sordina, la raccolta a regime ha fatto schizzare la quota della differenziata dal 52 all’attuale media di oltre il 60 per cento.

Share.
SHARE
OR
SCARICA LA NOSTRA APP