La data del nove maggio non è stata certamente scelta a caso. Oggi infatti si celebra La festa dellEuropa  per  la pace e l’unità in Europa. La data è stata scelta in occasione di un discorso a Parigi, nel 1950, dall’allora ministro degli Esteri francese Robert Schuman  che ha esposto la sua idea di una nuova forma di cooperazione politica per l’Europa, che avrebbe reso impensabile una guerra tra le nazioni europee. E oggi la Festa dell’Europa in un mondo carico di tensioni assume un significato particolare. Anche gli studenti alcamesi hanno partecipato a questa festa trattando il tema “L’Europa di oggi per vivere l’Europa di domani”. La festa si è celebrata stamane al centro congressi Marconi grazie anche al supporto dell’Aede, associazione europea degli insegnanti, della quale è presidente la professoressa Mariana Boni.  L’Inno di Mameli, intermezzo musicale a cura dei ragazzi della scuola Nino Navarra  ha aperto la manifestazione che si è chiusa sulle note dell’Inno dell’Europa, cantato dagli stessi studenti. Musica, racconti, il dramma dell’immigrazione, la volontà di cercare di costruire una vera unione tra gli stati europei sono stati alcuni dei temi trattati. Benvenuti in Europa, un video racconto su un brano musicale dei Pink Floyd, trasmesso dai ragazzi della Pietro Maria Rocca, a seguire la storia europea, cronostoria  della nascita dell’Europa a cura della direzione didattica San Giovanni Bosco, Mentre gli studenti della Montessori hanno cercato di dare una risposta al Perché in Europa, noi latini d’Europa. E’ un forte segnale è venuto domenica scorsa dalla Francia con la sconfitta della populista e isolazionista Le Pen a favore dell’europeista Macron. Un messaggio che dovrebbero recepire i populisti in Europa e quelli di casa nostra perché senza Europa unita non si va da nessuna parte. La bellezza, ma di difficile attuazione, però occorre lavorarci,, sarebbe la costituzione degli stati federati d’Europa.  Tanks Europe, presentazione sull’inclusione, sull’educazione e sulle possibilità di offerte ai giovani dall’Europa hanno parlato i ragazzi della Bagolino, Mentre dell’Europa che vogliamo hanno parlato ragazzi della Nino Navarra.  E questa sera dalle 21 alle 23 il Palazzo di città di Alcamo “S’Illumina d’Erasmus”.  A Castellammare sarà illuminato il castello arabo normanno.

Share.
SHARE
OR
SCARICA LA NOSTRA APP